Un sogno diventato realtà

BuoneNotizie .it
Un sogno diventato realtà

Da giornalista ad imprenditrice sociale grazie ad un sogno nel cassetto: rendere la sua città, Milano, a “misura di famiglia”. Dopo la maternità, Carlotta Jesi (nella foto a destra): si è presto resa conto, viaggiando - per lavoro e non - con figli piccoli al seguito, che “essere famiglia” all'estero è generalmente più semplice che sul territorio nazionale. Oltre confine, spesso è più facile muoversi, cenare e divertirsi anche con bambini molto piccoli, perché esiste una maggiore accoglienza verso le famiglie. Ed ha deciso che voleva contribuire a rendere Milano, la sua città, migliore in questo senso.

Proprio da qui, infatti, scatta la molla per l’idea d’impresa di Carlotta: e se, invece di raccontare semplicemente - in qualità di giornalista - le esperienze “family-friendly” di tutta Europa, si provasse a realizzarle nella propria città? ”Da giornalista, mi sono occupata a lungo di imprenditoria sociale nella redazione di “Vita”, ha dichiarato Carlotta, “poi ho capito che volevo diventare io stessa un'imprenditrice sociale”. E così nel 2008 nasce Radiomamma, “community” formata da mamme e papà, il cui obiettivo è proprio quello di "stanare" la Milano che promuove concretamente la cultura dell'accoglienza alle famiglie e ai bambini: negozi, ristoranti, studi professionali, alberghi, punti vendita e molto altro ancora, adatti ad essere frequentati dalle famiglie con bambini.

“Abbiamo circa una decina di mamme (le nostre "mamme-antenne") che lavorano per noi” spiega Carlotta “e che battono il territorio alla ricerca di strutture adatte ai bambini. La sfida è quella di trasformare le mamme e i papà in veri e propri “attivisti” del territorio. Noi genitori siamo nella condizione migliore per cambiare le cose e per diffondere le buone pratiche”. Radiomamma, che si mantiene con la pubblicità, ha ideato anche la “RadioMammaCard”, per sostenere i negozi “a misura di mamma” e altri progetti speciali che coinvolgono partner commerciali e istituzioni.

Ma realizzare tutto questo non è stato semplice. Il primo anno di start-up del progetto è stato molto duro, ma oggi Carlotta e la sua redazione sono riuscite a realizzare il lavoro dei propri sogni: un “lavoro da mamma” che permette orari flessibili e, quando una delle redattrici è in maternità, scatta una sorta di conciliazione, perché i modi e i tempi della temporanea sostituzione della futura mamma vengono concordati sempre insieme. “«Diventa il cambiamento che vorresti vedere nella società» diceva Gandhi e questa frase", ha concluso Carlotta, “è il nostro motto”.


Radiomamma  

Buone Notizie  

  • Non ci sono aggiornamenti per questa storia

Abbracci ricevuti

  • Alessia Barile 16/11/2016 Alessia Barile

    Vorrei tanto abbracciare questa donna e dire può fare qualcosa anche per la mia mamma un angelo Alessia Barile