Ragazzi di strada in Madagascar

Roberto Occhiuzzi / Associazione di volontariato Il Mio Pezzetto di Sole
Ragazzi di strada in Madagascar

Nell’ottobre 2009 nasce l'associazione “Il Mio Pezzetto di Sole” dal desiderio di aiutare i ragazzi di strada in Madagascar. Roberto un volontario italiano, e Ando un educatore del luogo trovano una casa in affitto e viene proposta, ai ragazzi che dormono sotto i banchi del mercato del paese, la possibilità di dormire sotto un tetto. Inizia così... una casa in affitto a 25 euro al mese e la volontà di cambiare qualcosa di atrocemente sbagliato. Vedere con i propri occhi bambini e ragazzi in mezzo all'immondizia, al freddo e malvestiti spingerebbe chiunque all'agire.

La casa famiglia “Bartolomeo Garelli”

Inizialmente è stato offerto ai ragazzi solo un tetto sotto il quale dormire. La prima sera erano già 4 e nei giorni successivi se ne sono aggiunti altri 4. Avevano tra i 13 e i 16 anni, erano malati e malnutriti  e uno di loro, Mbola, all’età di 15 anni, pesava 25 chili. La loro situazione ci ha fatto pensare a Bartolomeo Garelli, un bambino di Don Bosco al quale abbiamo voluto intitolare la casa.

Con il passare dei mesi è stato possibile offrire loro i tre pasti giornalieri ed anche l’opportunità di andare a  scuola. Oggi i ragazzi sono 21, vivono tutti come in una grande famiglia, con Ando, l'educatore, che nel frattempo si è sposato ed è diventato padre di due bambini.
Ogni ragazzo è protagonista di un progetto educativo “su misura” che tiene conto delle capacità di ognuno e grazie a questo percorso la scuola diventa opportunità per passare dalla preoccupazione dell'oggi alla possibilità di costruirsi quel futuro che solo ora iniziano a sognare.
Nei primi anni di presenza lo stato fisico, psicologico, educativo e spirituale dei ragazzi è migliorato sensibilmente. Ci è possibile, grazie ai benefattori che ci sostengono, prenderci cura anche della parte sanitaria perchè il passato di questi ragazzi ha lasciato loro in eredità tanti problemi di salute.
I ragazzi divengono quindi allegri, collaborativi, responsabili, vivendo questa esperienza come un’opportunità preziosa per la propria vita regalandoci continue soddisfazioni. Ma il dono più grande è quella gioia semplice che ci rimane dentro ogni volta che dovendo tornare in Italia ci riporta a loro.

Oggi l’iniziativa viene realizzata grazie alla collaborazione tra Roberto e sua moglie Luisa, volontari italiani e malgasci, Ando e Raissa sua moglie. Tutti operano secondo le proprie possibilità: i volontari malgasci mettendo a disposizione il loro tempo e le loro capacità genitoriali e noi italiani  sostenendo economicamente il progetto attraverso iniziative di sensibilizzazione. (Mercatini, eventi di beneficenza, mostre fotografiche)
In estate andiamo in Casa Famiglia per stare con i ragazzi, condividendo con loro gioie, impegni, disagi... Questo ci permette di conoscere meglio i ragazzi e le loro esigenze e di formulare nuovi progetti mano a mano che l’esperienza cresce.
Durante il resto dell’anno la comunicazione continua attraverso internet con le relazioni di Ando, attraverso le quali veniamo a conoscenza delle notizie riguardanti il percorso formativo dei ragazzi.

  • Non ci sono aggiornamenti per questa storia

Abbracci ricevuti

  • Roberto Occhiuzzi 05/10/2016 Roberto Occhiuzzi

    Bello Benvenue!

  • Roberto Occhiuzzi 05/10/2016 Roberto Occhiuzzi

    bellinoooo

  • Roberto Occhiuzzi 05/10/2016 Roberto Occhiuzzi

    ciaoooo

  • Roberto Occhiuzzi 05/10/2016 Roberto Occhiuzzi

    piccoloooo

  • Massimiliano Bruni 06/10/2016 Massimiliano Bruni

  • Massimiliano Bruni 06/10/2016 Massimiliano Bruni

  • Massimiliano Bruni 06/10/2016 Massimiliano Bruni

  • Roberto Occhiuzzi 08/10/2016 Roberto Occhiuzzi

    Che bello

  • Luisa Kappelletti 12/10/2016 Luisa Kappelletti

  • Luisa Kappelletti 12/10/2016 Luisa Kappelletti

  • Roberto Occhiuzzi 28/10/2016 Roberto Occhiuzzi

  • Roberto Occhiuzzi 28/10/2016 Roberto Occhiuzzi

  • Roberto Occhiuzzi 28/10/2016 Roberto Occhiuzzi

  • Roberto Occhiuzzi 28/10/2016 Roberto Occhiuzzi

  • Alessia Barile 16/11/2016 Alessia Barile

    Ti sono vicina piccolo mi dispiace solo nn poterti aiutare nelle mie condizioni ma per gennaio se ci sarai ancora con li arretrati donero anche a te qualcosa anche se con me nn lo fa nessuno sono sola ma tu piccino che colpa ne usi Alessia

  • Giustizia Tra Popoli 16/11/2016 Giustizia Tra Popoli

    Ti vogliamo bene