Una piccola soluzione per un grande problema

Donne Contro la Violenza / Associazione Casa delle Donne Contro la Violenza Onlus
Una piccola soluzione per un grande problema

Angela, Hannan, Salwa e tante altre hanno subito violenza dai loro mariti, compagni, ex compagni.

Si sono rivolte al nostro Centro per chiedere aiuto.

IL Centro Antiviolenza della Casa delle Donne di Modena ora chiede un sostegno a tutte/i voi per sostenere le donne attraverso un aiuto concreto e tanto importante.

Con 3.000 euro potremmo consentire a 3 donne di conseguire la patente di guida e  acquistare 2 biciclette strumenti utilissimi per poter raggiungere il posto di lavoro ma spesso fondamentali anche per poter ottenere alcuni tipi di lavoro.

Ecco il racconto di una delle donne che si è rivolta al nostro centro.

“Mi chiamo Angela e la mia storia è una storia di comune sopraffazione e violenza, una delle tante storie di violenza contro le donne. Sono sposata con un uomo che non lavora da qualche mese e finora ha impedito a me di lavorare perché “dovevo stare con il bambino”, diceva. In realtà credo volesse solo controllarmi, impedirmi di avere una vita mia, sono sempre stata un oggetto fra le sue mani. Ultimamente viste le difficoltà familiari, però,mi ha permesso di accettare un lavoro a tempo determinato presso una azienda di pulizie presso cui copro alcuni turni.
Le cose fra noi non funzionano da tempo, lui si innervosisce per niente, alza le mani addosso a me anche davanti al bambino, io vorrei andarmene ma non sono autonoma economicamente.
Non mi piace il mio lavoro ma in questo momento e con un bambino piccolo va bene qualsiasi cosa.
E' lui che mi deve accompagnare al lavoro, io non ho la patente, non ho un mezzo mio per spostarmi, niente, ma ogni volta mi chiede dei soldi in cambio, vuole che paghi io la benzina e quando non faccio quello che vuole lui non accompagna a scuola nostro figlio e a me tocca di chiamare al lavoro e inventarmi una scusa per il ritardo, portare a scuola io il bambino a piedi e arrivare quando posso al lavoro.
Non riesco più a sopportare questa situazione...ho conosciuto il Centro e mi sta sostenendo nel mio percorso di uscita, ho parlato con un avvocato, mi stanno aiutando a dare un nome a tutti questi anni di soprusi e io ho sempre meno paura. Ho imparato che le donne insieme ce la fanno, che si può non sentirsi sole e impotenti di fronte alla violenza, ho imparato che essere forti a volte significa anche chiedere aiuto. Io lo chiedo un aiuto, una soluzione per andare a lavorare, per potermi spostare, perché libertà significa anche questo.
Grazie, Angela"

  • 12/06/2013 La prima bicicletta non si scorda mai

    Ecco. Vogliamo ringraziarvi per averci permesso di realizzare il primo passo: acquistare una bicicletta .Grazie. Anche se non ci fermiamo qui. E vi chiediamo di supportarci ancora nella raccolta.

Abbracci ricevuti

  • Simone Fogliata 04/06/2013 Simone Fogliata

  • Alle Vecchi 04/06/2013 Alle Vecchi

  • bernardo  balboni 04/06/2013 bernardo balboni

  • Donne Contro la Violenza 05/06/2013 Donne Contro la Violenza

  • Donatella Franchi 05/06/2013 Donatella Franchi

  • Erminia Di Santo 20/06/2013 Erminia Di Santo

  • Alle Vecchi 21/11/2013 Alle Vecchi

  • Luciana MARCHESA 15/03/2015 Luciana MARCHESA

  • Alessio Vasta 27/08/2015 Alessio Vasta

    Bella!

Donazioni Denaro

  • Anonimo 05/06/2013 Anonimo ha donato 20,00€
  • bernardo  balboni 05/06/2013 bernardo ha donato 10,00€
  • Anonimo 06/06/2013 Anonimo ha donato 20,00€
  • Fiorenza Torricelli 06/06/2013 Fiorenza ha donato 5,00€
  • Anonimo 07/06/2013 Anonimo ha donato 100,00€
  • Anonimo 27/06/2013 Anonimo ha donato 10,00€
  • Anonimo 16/07/2013 Anonimo ha donato 35,00€
  • Anonimo 07/10/2013 Anonimo ha donato 15,00€
  • Alle Vecchi 21/11/2013 Alle ha donato 100,00€

Dettagli del progetto

Nome del progetto

Una piccola soluzione per un grande problema

Beneficiari/o

Casa delle Donne contro la violenza

Organizzazione/i non profit promotrice

casa delle donne contro la violenza

Durata prevista

6 mesi

Costo totale

3.000 euro

Area geografica di intervento

modena

Contesto

L’Associazione Casa delle Donne Contro la Violenza Onlus di Modena accoglie donne che desiderano intraprendere un cammino di uscita dal maltrattamento. Le donne che lo desiderano possono accedere al Centro senza appuntamento, negli orari di apertura degli uffici, ed essere accolte per un primo momento di conoscenza, ascolto, orientamento e informazione. Ad oggi, il Centro accoglie per la prima volta, in media, una donna al giorno.

Sintesi del progetto

Con il nostro progetto "Una piccola soluzione per un grande problema" potremmo consentire a 3 donne di conseguire la patente di guida e acquistare 2 biciclette strumenti utilissimi per poter raggiungere il posto di lavoro ma spesso fondamentali anche per poter ottenere alcuni tipi di lavoro.